20 Febbraio 1979: addio a Nereo Rocco, il ”Paron”

ILMONDODIANIBALE.GLOBALISTI.IT_Nereo Rocco

“È morto Nereo Rocco e io non debbo nemmen pensare di poter piangere. È un diritto, ahimè, che non mi appartiene da tempo.

I miei sentimenti non contano. Tanto più sarò suo amico, quanto meglio riuscirò a ricordarmi di lui senza frapporre l’amicizia fra me e il mio lavoro insolente. “Prepara il coccodrillo”, mi era stato ordinato con presago cinismo. “Un’ostia!”, avevo ruggito, a sorpresa, con la sua stessa voce. Io so che è già morto ma voi non lo dovete sapere: voi dovete aspettare, maledetti, che lo sappiano tutti. Allora mi metterò al carrello, e garantito che saprò battere i polpastrelli senza il minimo groppo in gola”.

E’ il ricordo, struggente, fatto da Gianni Brera, il padre del giornalismo italiano, di Nereo Rocco, per tutti il “Paron” del Milan e del calcio italiano.

Perchè il 20 Febbraio, nella storia del Milan, ha una duplice valenza.

Non solo l’acquisto della società da parte del Presidente Berlusconi (20 Febbraio 1986), ma anche la morte, 7 anni prima esatti, il 20 Febbraio 1979, del Paron.

Triestino purosangue, ex mezzala, il suo nome è e rimarrà per sempre legato alla storia del Milan, club con il quale ha condiviso tredici anni della propria vita, diviso tra allenatore e direttore tecnico.

Indimenticabili le sue battute, la schiettezza, il rapporto con Rivera, le sfide accese ma sempre corrette col “Mago” Helenio Herrera e la sua Inter morattiana.

Tra tutti  i trionfi spiccano,indelebili, le due  Coppe del Campioni vinte a Wembley nel 1963 (contro il Benfica di Eusebio) ed a Madrid nel 1969 (contro l’Ajax di Cruijff) e l’Intercontinentale conquistata, sempre nel 1969,  dopo un’epica quanto drammatica battaglia contro gli argentini dell’Estudiantes de La Plata.

Campioni come Cesare Maldini, Trapattoni, Altafini, Cudicini, Rivera, Hamrin, Prati hanno vestito la maglia rossonera sotto la sua guida.

E tutti ne conservano, ancora, un ricordo indimenticabile.

Ciao Paron…

 

Riproduzione Riservata

foto: ilmondodiannibale.globalisti.it

932 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti