Alleluja! Il Milan è tornato!

Z_Mattia Destro

Oh, la sapete l’ultima? il Milan è tornato! E lo ha fatto nel migliore dei modi superando una Roma distratta, impalpabile, impresentabile. Ecco, finalmente un po’ di dignità, di orgoglio, di cuore.

Ma soprattutto un briciolo di gratificazione per questa gloriosa maglia  Non illudiamoci, però, per questo risultato “speciale” che riconcilia la squadra con i propri tifosi i quali, comunque, anche ieri sera, soprattutto in curva Sud, non si sono lasciati intenerire mettendo in scena l’ennesima contestazione. Non è stata, – fortunatamente e come in altre occasioni – la solita tragicomica sceneggiata, l’invereconda prestazione di un collettivo ormai allo sbando senza più – da tempo – neppure lo straccio di un obiettivo da raggiungere. Insomma, in fondo al tunnel c’è ancora e sempre il buio, la luce è solo un puntino praticamente invisibile nel profondo della notte rossonera.

Talmente presi a sberle da tutti, noi rossoneri, che neanche gli arbitri ci rispettano più. Intorno al 20′, infatti, causa una trattenuta evidentissima e continuativa di Astori su Destro non solo il signor Paolo Tagliavento non ha estratto dal taschino – come da dovere – il “giallo” per punire l’intervento del difensore ma neppure (incredibile!) ha concesso il fallo a favore dei rossoneri. Eh si, c’è nell’aria, anche se siamo a Milano, profumo di mare, di salsedine, di iodio… E tutti, ovviamente, s’adeguano, anche i direttori di gara.  Ma andiamo avanti a raccontarvi questo scempio… Bonaventura a parte – come sempre (o quasi) – che al 37′ impegna, di testa, De Sanctis il quale, in volo plastico, gli nega la gioia del gol. Vabbè! Ma, strano e dirsi e a vedersi, il Milan attacca e al 40′ passa con Marco Van Ginkel (al suo primo centro in maglia rossonera) che su assist di Honda, anticipa Nainggolan e porta in vantaggio l’undici di Pippo Inzaghi.

Nella ripresa nulla cambia. E’ però la Roma, che deve recuperare il risultato, a prendere in mano le operazioni in campo mentre il Milan prova a pungere in contropiede. E  – guarda un po’ – ci riesce col gol dell’ex, Mattia Destro che di testa incorna a rete un cross di Honda (migliore in campo). Che bello, che meraviglia, che soddisfazione. Il polposo rossonero si rianima e canta (ironicamente, s’intende), “Vinceremo il tricolor…”. Una carica da karaoke che per poco non sortisce l’effetto voluto con Bonaventura che sfiora il tris. Incredibile! La partita filava via liscia senza veri sussulti e allora a ravvivarla ci ha pensato l’arbitro di serata (Tagliavento, ma perché…?) concedendo un penalty assai discutibile ai giallorossi che Totti trasforma da par suo. Brividi freddi lungo la schiena… E’ però troppo tardi e al triplice fischio del San Siro finalmente può sorride. Alleluja!

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ZIMBIO.COM

361 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti