Conferenza stampa di Inzaghi pre Cagliari-Milan

MR_Filippo Inzaghi 2

Ecco le prime parole del Mister rilasciate in esclusiva a Milan Channel:

“Penso ci saranno cambiamenti rispetto alla gara con la Fiorentina. Ragionerò, vedrò domattina come starà chi  ha giocato domenica. C’è stato poco tempo. Il Cagliari ha avuto più tempo per prepararla. Sono abbastanza sereno. Siamo pronti. La squadrà andrà in campo sapendo tutto dell’avversario. Siamo in una buona posizione, giocheremo in uno stadio pieno ma il Milan deve giocarsi queste partite con grande impeto. Una vittoria ci darebbe un grande slancio”

-La punta: “Tutti i nostri giocatori possono giocare insieme, domani decideremo lo schieramento. Devo pensare al bene della squadra, cercherò di mettere in campo chi sta meglio. Siamo il migliore attacco… se giochiamo noi senza attaccanti, non so gli altri…”

Sul calcio di Zeman: “E’ uno degli allenatori preparati sul calcio offensivo, le sue squadre danno sempre spettacolo. Ringrazio le sue parole, mi hanno fatto piacere. Mi auguro sia una bella partita. Quando giochi con Zeman il calcio ne trae vantaggio”.

Il calcio di punizione decisivo a Cagliari negli anni scorsi: “Dobbiamo usare tutte le nostre armi. Dobbiamo migliorare la nostra attenzione e usare quello che ci può dare una mano, giochiamo con una squadra in forma. Ha vinto pure a San Siro. Dobbiamo aspettarci di tutto, non è una gara facile. Speriamo di ottenere i tre punti. Sarebbero molto importanti”.

Rapporto Berlusconi-Inzaghi: “Parlo sempre con lui, ci ho parlato un’ora fa al telefono. Ci espone le sue volontà, è la sua forza trascinante. E’ contento di me e dei ragazzi”.

-Conferenza stampa aperta a tutti i giornalisti:

Ecco le prime parole in conferenza: “La cosa più bella di domenica sera è che tutti eravamo amareggiati, per aver pareggiato con una squadra che da anni ha dominato San Siro. Si sta cambiando l’opinione che ha sul Milan. Abbiamo fatto un’ottima partita, dobbiamo andare avanti su questa strada. Possiamo giocarcela con tutti: questo è il primo step importante per tutti. Andiamo a Cagliari per fare la nostra gara, una vittoria ci permetterebbe di migliorare la nostra classifica”.

Su domenica scorsa: “Sento tanti discorsi su nove e falso nueve. Siamo il migliore attaccante. Noi giochiamo col falso nueve, gli altri non giocano nemmeno con quello. Sono molto razionale, abbiamo fatto un’ottima partita. La migliore sotto il punto di vista difensivo, ma meno incisivi davanti. Ogni gara ha una storia a sè, tutti si sono dimenticati contri chi giocavamo. Abbiamo avuto la palla del 2-0. Poi è arrivato il pareggio. Non è stata la nostra più gara spettacolare, ma non tutte possono essere fantastiche”.

Torres-Menez insieme: “Sono molto tranquillo. Honda non è mai stato fuori… Cerco di mettere in campo i migliori per la squadra e farò così domani. Ci saranno dei cambiamenti. Il Cagliari ha il vantaggio di aver giocato sabato”.

-Sulla partita e il Cagliari: “Chi verrà allo stadio si divertirà, speriamo i tifosi del Milan. Il Cagliari ha grandi qualità, cercheremo di ottenere i tre punti. Sarebbero qualcosa di importante”.

Ancora sulla questione Torres-Menez: “Hanno anche giocato assieme alcune partite. Possono giocare insieme, anche modificando sistema di gioco. Quando decidi di far rimanere in panchina qualcuno, se pareggi si rimpiange chi è rimasto fuori. Abbiamo bisogno di equilibrio e di acquisire certezze. C’è rammarico per domenica scorsa, il valore del Milan si sta alzando da parte dell’opinione pubblica”.

Sul centrocampo: “Può darsi che possa cambiare qualcosa domani. Questo centrocampo mi ha dato grandi certezze. Ma ho anche delle alternative come Saponara, Van Ginkel e Bonaventura come mezz’ala. Potremmo inserirli anche domani”.

In difesa, si cambia? “Ho 4 centrali di grande affidamento. Alex, Rami, Zapata e Bonera mi lasciano tranquillo”.

Su El Shaarawy: “Si è dato da fare con la Fiorentina. So che il gol può diventare un assillo, ma non deve esserlo per lui. Stava bene fisicamente ed era sempre propositivo. Gli dico di non pensare al gol e di farsi trovare pronto. Lo vedo in ripresa”.

Su Pazzini: “Devo fare delle scelte. Ha la mia considerazione. Ha giocato poco, ma nel calcio non si può sapere. Ho cercato a volte di metterlo. L’ho messo a Empoli e a Cesena. L’ho messo anche con la Juve, ma poco. Quando si deve scegliere qualcuno è sempre penalizzato. Spero possa trovare più spazio”.

Torres titolare? “Ha giocato 4 delle ultime 5. E’ sempre stata la serata di Torres”.

Cosa non è piaciuto di domenica?”Sono molto soddisfatto della mia squadra. Dobbiamo guardare all’impegno di domani. Siamo in crescita. Siamo mancati nella fase di attacco, che però è la nostra forza. Abbiamo trovato la solidità difensiva. Devo pensare al bene della squadra, a questi ragazzi non si può imputare nulla. Speriamo continuino così”.

Fonte:Milan News

 

444 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti