Cosa ci ha lasciato Milan – Udinese

Fassone e Mirabelli_Calciomercato

Dopo anni di mercati improvvisati e di Milan senza punti di riferimento, il lavoro di Fassone e Mirabelli ha permesso alla squadra di avere finalmente un punto di riferimento per ogni ruolo e quindi una base sulla quale costruire il gioco, della quale ieri pomeriggio si sono cominciati a vedere i primi riscontri sul campo.

Base della nuova spina dorsale rossonera è Bonucci, il giocatore a cui affidare il pallone per ripartire: la presenza dei due compagni di reparto gli permette di avere la copertura giusta per avanzare il proprio raggio d’azione e far salire la squadra, capace anche di effettuare precisi lanci lunghi quando si tratta di effettuare una ripartenza veloce e farsi vedere nell’area avversaria in occasione dei calci da fermo.

In mezzo la novità è Biglia, quell’uomo d’ordine che al Milan mancava praticamente dai tempi di Pirlo. Senza volerci lanciare in paragoni azzardati, il centrocampista argentino sta progressivamente prendendo possesso della mediana rossonera, dando ai compagni di reparto la tranqullità di avere affianco un giocatore a cui affidare il pallone come se lo si stesse mettendo in cassaforte, coadiuvato dalla fisicità e la corsa di Kessié, altro uomo – chiave di questa formazione.

Il nome nuovo uscito dal match contro l’Udinese è invece Kalinic, arrivato su precisa richiesta di Montella tra le perplessità dei tifosi, che avrebbero preferito un “grande nome” in attacco. Ieri il croato ha mostrato tutto il repertorio che ha stregato il suo allenatore nelle precedenti stagioni,  abbinando la capacità di aiutare la squadra in fase di costruzione con un senso del goal da vero uomo d’area e la tripletta gli è stata negata soltanto da un fuorigioco millimetrico.  Se riuscirà a mantenere alta la concentrazione con la giusta continuità, sarà lui probabilmente il punto di riferimento in un reparto in cui ci si aspetta costantemente il turnover.

La vera sorpresa della partita di ieri, però, è stato indubbiamente Calabria, chiamato a riscattare la disastrosa prova di Roma, della quale si porta sulla coscienza almeno due goal subiti. Titolare a scapito di Abate, che tutti si aspettavano di vedere in campo dal primo minuto,  il giovane esterno si è mostrato subito a proprio agio nella linea a cinque, forse rassicurato dalla presenza dei tre centrali alle sue spalle e ha messo in campo grande personalità in fase offensiva (andando anche vicino al goal), questa volta senza errori quando si trattava di ripiegare. Se il giocatore dovesse mantenere questi livelli con buona continuità, riuscirà a rendere meno amaro per il Milan il grave infortunio a Conti, pur avendo caratteristiche differenti.

Nonostante la vittoria, ci sono comunque da registrare anche delle prestazioni negative.

In primis quella di Romagnoli, probabilmente il peggiore in campo dei rossoneri, non solo colpevole di avere effettuato il passaggio orizzontale suicida che ha propiziato il goal del momentaneo pareggio di Lasagna, ma che in generale ha mostrato una condizione psicofisica precaria dopo il lungo stop e avrà bisogno ancora di qualche partita per tornare al meglio. Montella lo definisce indispensabile, in quanto unico centrale mancino e dunque avrà tutto il tempo per mettere minuti nelle gambe.

Male anche Bonaventura e Suso, per motivi differenti. Il primo è apparso ancora lontano dalla forma migliore e si è visto in alcune classiche situazioni dove la testa gli chiedeva di fare determinate cose a cui è abituato, ma il corpo non ha risposto nella maniera giusta. Lo spagnolo, schierato da seconda punta come ai tempi di Genova con Gasperini, ha commesso l’errore di giocare troppo arretrato rispetto a quanto richiesto dalla nuova posizione in campo e spesso s’è incaponito alla ricerca di giocate personali, anziché chiedere l’aiuto dei compagni. A fine partite, l’allenatore rossonero si è detto tranquillo riguardo al fatto che riuscirà ad adattarsi al nuovo modulo e sicuramente ha le caratteristiche per farlo al meglio, ma bisognerà avere la pazienza di aspettarlo.

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO CALCIOMERCATO.COM

3,761 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti