FBI, retata alla Fifa: 14 dirigenti arrestati per corruzione, indagato Blatter

Blatter

Accuse di corruzione dalle autorità statunitensi nei confronti dei vertici della Fifa. Alle prime luci dell’alba a Zurigo è scattata un’operazione delle autorità svizzere che, stando a quanto riferito dal New York Times, ha portato all’arresto di 14 dirigenti dell’organo di governo del calcio mondiale che saranno estradati negli Usa: Jeffrey Webb, Eugenio Figueredo, Jack Warner, Eduardo Li, Julio Rocha, Costas Takkas, Rafael Esquivel, José Maria Marin, Nicolas Leoz, Alejandro Burzaco, Aaron Davidson, Hugo Jinkis e Mariano Jinkis.

LA RETATA – La retata è avvenuta al Baur au Lac, l’hotel dove è in corso il meeting annuale della Fifa durante il quale il presidente uscente Sepp Blatter affronta la sfida del principe giordano, Ali bin Al Hussein, nella speranza di essere rieletto per il quinto mandato. Dopo essersi fatti consegnare le chiavi, gli agenti in borghese sono saliti nelle camere del lussuoso albergo e hanno eseguito gli arresti.

BLATTER INDAGATO – Secondo i mezzi di informazione statunitensi, Blatter è indagato dall’Fbi ma per ora non è tra coloro per i quali il dipartimento della Giustizia Usa ha formalizzato l’accusa di corruzione. Le accuse di corruzione, riciclaggio e frode mosse dalle autorità americane riguardano gli ultimi 20 anni e le gare per aggiudicarsi i campionati Mondiali così come gli accordi per il marketing e i diritti televisivi.

FONTE CALCIOMERCATO.COM

413 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti