Finalmente si è visto il Milan di Sinisa

Paolo Vinci

Cari Tifosi Rossoneri,

dopo il grigio e bipartisan (primo tempo squallido e secondo sugli scudi!) pareggio romano e dopo l’importante, ma non esaltante vittoria col Carpi nel quarto di finale di Tim Cup, nel posticipo domenicale, il Milan che non Ti aspetti, asfalta una Fiorentina neanche lontanissima parente della squadra che aveva fatto sognare nella prima parte del campionato, ponendosi al sesto posto, in posizione Europea.

Finalmente si è visto il Milan di Sinisa.

Provinciale e pratico in difesa, aggressivo e “graffiante” in attacco.

Basti leggere il tabellino: 3 tiri nello specchio della porta e 2 reti!

Una squadra molto pratica, compatta, realista. Priva di picchi di qualità da spellarsi le mani, ma, al contempo, estremamente funzionale al risultato, tant’è che, per la prima volta in questa stagione, riesce a vincere uno scontro con una squadra che la precede in classifica.

Un giocatore su tutti ne è il vessillifero, il “principe” di questa filosofia: Honda.

Relegato tra le riserve fino a qualche tempo fa, prende come suo emblema il sacrificio ed inanella una prestazione eccezionale, sia in contenimento sia nelle ripartenze, denotando acume tattico, disponibilità, gioco di squadra e capacità di fare entrambe le fasi.

Un giocatore, oggi, al quale, diciamolo francamente, non si può rinunciare.

La squadra ha, tra l’altro, palesato una certa compattezza anche psicologica e sotto questo profilo, ha dimostrato di essere dalla parte del suo allenatore.

Su questo non c’è dubbio.

Il campo, prima, durante e soprattutto al termine della partita lo ha cristallizzato!

Assorbiti gli errori tecnici fin qui evidenti del Tecnico Serbo, con l’auspicio che, ora, rinfrancato da questa vittoria, ne faccia tesoro e che la smetta di vedere nemici ovunque, ci si augura che quanto da lui sbandierato a destra e a manca, vi compresa la conferenza postpartita, sia non solo un proposito ma diventi realtà: la”vendetta” (termine pesante, ma sappiamo bene che Sinisa ama parlare colorito!) da consumare nel girone di ritorno nei confronti di tutte le squadre che hanno battuto il Milan.

E non solo!

Fermo restando che occorre rimanere cauti, visti i precedenti, si auspica che il Mister riacquisti la definitiva serenità (le belle espressioni al suo indirizzo del Presidente Berlusconi sono state molto apprezzate) e che, in questa circostanza,…sia veggente.

Per farci tornare a sognare.

Buona settimana, Grandissimi Tifosi Rossoneri!

RIPRODUZIONE RISERVATA

655 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti