Fossati (Ag. FIFA): “Milan, non ci sono soldi! Cristante è il futuro, Dzemaili e Cerci…”

Z_Alessio Cerci

Intervenuto ai microfoni de ilsussidiario.net Giovanni Fossati, agente FIFA, ha fatto il punto sul calciomercato rossonero.

Il Milan inizia a preoccupare Berlusconi. Ha ragione? Purtroppo sì perchè è un Milan frutto dei grandi errori del passato, non ci sono soldi anche perché la dirigenza ha sbagliato tanto lo scorso anno.

In che senso? Il Milan ha è andato a prendere un giocatore come Kakà che non è più quello di una volta, spendendo un sacco di soldi come ingaggio. Stesso discorso per Honda che non è all’altezza del campionato italiano.

Ora si spera nella cessione di Robinho per fare qualcosa sul calciomercato… Il problema è che anche senza Robinho non si potrà fare molto, il Milan risparmierebbe al massimo 6 milioni di euro, con cui non potrebbe acquistare un top player.

Cerci può arrivare? Visti gli ottimi rapporti tra il presidente del Torino Cairo e Galliani credo che l’affare potrà farsi magari nel finale del calciomercato. E questo non andrebbe a favore dell’ambientamento del giocatore.

Il problema del Milan è difensivo? I centrali difensivi hanno caratteristiche molto simili, penso a Rami, Alex, Mexes, l’unico un po’ diverso è Zapata.

Molti tifosi del Milan invocano un centrocampista di qualità… Il Milan ha in casa Cristante che tra un paio di anni potrà dare grandi soddisfazioni. Quindi o si punta sul ragazzo lasciandolo crescere tranquillamente oppure si potrebbe puntare su un altro giocatore, magari Dzemaili che tamponerebbe l’assenza di Montolivo.

RIPRODUZIONE RISERVATA

596 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti