Le pagelle di Genoa-Milan 0-2: Borini e Suso liquidano il Genoa!

ACM_Paquetà

In un insolito lunedì pomeriggio di gennaio va in scena Genoa-Milan. La squadra di Gennaro Gattuso alle prese con la prossima cessione di Gonzalo Higuain e reduce dalla sconfitta di misura contro la Juventus in Supercoppa Italiana, fra infortuni e squalifiche, è in cerca di riscatto nel difficile campo di Marassi.

Donnarumma 7: Decisivo nel primo tempo su Bessa ed in un paio di interventi su conclusioni da fuori area. Nel secondo tempo è strepitoso su conclusione da fuori area di Miguel Veloso.

Abate 6: Gioca dodici minuti da terzino destro, poi viene spostato al centro della difesa e non subisce il cambio di ruolo.

Musacchio 6.5: E’ il migliore della difesa, sicuro e preciso in ogni intervento

Zapata s.v.: Esce dopo dodici minuti per infortunio.

Conti 6.5: Crossa come non si vedeva da anni. Deve migliorare nell’intensità, ma ci sta, dopo più di una stagione da spettatore…poi serve nel secondo tempo quell’assist perfetto a Fabio Borini

Ricardo Rodriguez 6: Prestazione sufficiente, ma come tutta la difesa rossonera soffre il forcing genoano specie nel primo tempo.

Paquetà 7: Un palo incredibile con una bella conclusione al volo di esterno da fuori area che fa urlare al gol. Il ragazzo è giovane, ma gioca con una grandissima personalità. Nel secondo tempo cresce a dismisura, giocate che avevamo ammirato in Brasilerao le ha riproposte in Serie A. Gli è mancato solamente il gol.

Bakayoko 7: Parte bene, diga a centrocampo e per assurdo crea anche superiorità numerica saltando spesso l’avversario. È un giocatore di assoluto spessore e non riscattarlo sarebbe un delitto calcistico.

Calhanoglu 6: Meglio rispetto alle ultime uscite, oggi più presente e più nel vivo del gioco. Sembra che la sua intesa con Paquetà e Bakayoko sia in netto miglioramento. Esce anzi tempo per un lieve infortunio.

Mauri 6: Entra bene e lotta come un leone, non sarà mai un titolare inamovibile, ma indubbiamente averlo in panchina fa sempre comodo.

Suso 7: Oggi maluccio, è atteso come salvatore della patria e lui gioca a nascondino, poi ha il merito di segnare il gol del due a zero ed il giudizio ovviamente diventa più che positivo.

Castillejo s.v.: Entra a partita decisa e non incide.

Cutrone 6: Tocca pochissimi palloni, gli esterni d’attacco rossoneri non lo mettono mai in condizione di essere pericoloso, poi ha il merito di servire Suso con uno splendido assist.

Borini 7: Impreciso, falloso e poco utile alla manovra offensiva. Il numero “11” rossonero si impegnerà anche, ma è poco utile alla formazione di Mister Gattuso. Nel secondo tempo cresce ed insieme a Paquetà è l’uomo più pericoloso del Milan e trova proprio lui il gol dell’uno a zero.

Allenatore Luigi Riccio 7: La squadra del duo Gattuso – Riccio soffre specie nel primo tempo, ma poi nella ripresa ne esce alla grande e torna a Milano con i tre punti. Incoraggianti le prestazioni di Conti e Paquetà che fanno ben sperare per il prossimo futuro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

11,236 Visite totali, 94 visite odierne

Commenti

commenti