Le pagelle di Inter-Milan 1-2: Milano torna rossonera!

ACM_Inter_Milan_Ibrahimovic

Il derby è sempre il derby. Covid o non Covid, pandemia o non pandemia, il derby di Milano esalta e tiene in ansia un’intera città. La stracittadina meneghina vede di fronte non solo Inter e Milan, ma anche Antonio Conte e Stefano Pioli, Theo Heranandez contro Hakimi e Zlatan Ibrahimovic contro Romelu Lukaku. Queste sono solo alcune delle innumerevoli sfide del derby di Milano.

Donnarumma 6: Incolpevole sul gol subito, poi per il resto della partita cerca di dirigere la difesa rossonera.

Calabria 5.5: Che il giocatore sia limitato non è di certo una novità, ma anche oggi è decisivo in negativo. Si perde la marcatura su Perisic che serve Lukaku per il gol del 1 a 2. Per il resto gioca benino ma con lui l’errore è dietro l’angolo.

Kjaer 5: Soffre molto la presenza contemporanea di Lautaro e Lukaku. Ammonizione decisamente evitabile e soprattutto ingenua. Spesso in affanno.

Romagnoli 6: Rientra nella partita più sentita dell’anno e lo fa senza commettere errori contro due grandissimi avversari.

Theo Hernandez 5.5: Parte molto lento e soffre il confronto diretto con Hakimi. Sul gol si perde Lukaku, poi nel secondo tempo la sua prestazione cresce ma non raggiunge la sufficienza.

Kessie 6: Bello il duello con Vidal, molto fisico e poco tecnico. Ammonizione evitabile. La sua fisicità si fa sentire in fase di difensiva. Forse ci stava anche una seconda ammonizione.

Tonali s.v.: Entra e non incide

Bennacer 6.5: Duello epico con Barella. Un recupero sull’azione di Hakimi d’applausi.

Saelemaekers 6.5: Gioca con grandissima personalità e senza paura. 21 anni e non sentirli

Castillejo 5: Non ne prende una e non vince un uno contro uno.

Calhanoglu 6.5: Spunti di qualità alternati a pause. Spesso si allarga sulla destra per creare superiorità numerica e gli riesce anche bene.

Leao 7: Sembra assente, poi salta D’Ambrosio con facilità e serve con stile il maestro Zlatan. Quando parte in spazio aperto è un piacere per gli occhi.

Krunic 5.5: Entra e non si nota la sua presenza se non per un cambio modulo poco sensato.

Ibrahimovic 8: Si procura il rigore con astuzia, lo calcia, lo sbaglia e sulla ribattuta trasforma e porta il Milan in vantaggio! Raddoppia sul bignè servito al bacio da Rafael Leao. Guida la squadra come un vero gladiatore

Allenatore Stefano Pioli 6.5: Il derby di Milano torna finalmente rossonero e quest’uomo gli vanno riconosciuti dei meriti. Non avrà fatto nulla di eccezionale, ma è stato capace di mettere i giocatori nei loro ruoli naturali, insomma, non ha fatto danni!

 

Inter

Handanovic 6; D’Ambrosio 5, de Vrij 6.5, Kolarov 5.5; Hakimi 6.5, Vidal 6.5 (Sanchez s.v.), Brozovic 5.5 (Eriksen 5), Perisic 6.5, Barella 6.5; Lukaku 7, Martinez 6.5. Allenatore Antonio Conte 6.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

10,035 Visite totali, 70 visite odierne

Commenti

commenti