Le pagelle di Milan-Atalanta 0-0: Spettacolo penoso nella nebbia milanese

z_Montella

Il Milan di Montella oggi evidenzia i limiti tecnici e giornate, dopo giornate, emergono i clamorosi difetti tecnici della rosa. La finestra di gennaio potrebbe rappresentare un’ottima occasione per migliorare la squadra, ma i problemi societari…

Donnarumma 6: Vive una giornata fredda ma tranquilla. Non è mai chiamato ad interventi decisivi se non uno a gioco fermo.

Abate 5,5: Spinge più di Antonelli ma è anche decisamente più impreciso. Il giocatore è questo, lo sappiamo, ma i tifosi rossoneri vorrebbero e pretenderebbero decisamente più qualità!

Paletta 6: E’ il difensore più importante dell’intera rosa rossonera, lo dimostra continuamente fornendo prove convincenti che danno sicurezza all’intero reparto rossonero. Non sarà bello da vedere, ma è maledettamente concreto.

Romagnoli 6: Oggi il centrale difensivo italiano parte forte, non si fa mai sopraffare fisicamente dall’ex Petagna.

Antonelli 5,5: Probabilmente meriterebbe mezzo punto in meno, ma premiamo il fatto che dopo tanto tempo torna titolare. Il giocatore dimostra di avere poco ritmo partita e fatica a spingere. Onestamente la sua scelta iniziale rispetto a quella di De Sciglio fa pensare che si è passati dalla padella alla brace. Ha il merito, a fine primo tempo, di fare una progressione palla al piede di tutto rispetto, peccato che al momento della conclusione colpisce un clamoroso legno!

De Sciglio 6: Entra e fa il suo solito compitino senza mai osare

Kucka 5: Il caratammo rossonero oggi sembra essere senza colpi in canna. Fatica molto e non entra mai in partita.

Bertolacci 6: Probabilmente questo voto risulterà impopolare, ma il centrocampista italiano dimostra di avere quantomeno geometrie in testa. Cerca spesso le verticalizzazioni e cerca di dialogare con i compagni.

Pasalic 5: Oggi veramente poca roba, fatica a tenere i ritmi di gioco e spesso è lento negli interventi. Non sembra una questione fisica, ma più mentale.

Suso 5: Non vive di certo una delle sue migliori giornate, non entra mai in partita e non accende mai la luce.

Lapadula 5: Passa più tempo a litigare con l’arbitro ed i suoi avversari, piuttosto che pensare a far gol. In molti la definiranno grinta o fame, oggi è più definibile come deleteria.

Bacca 6: Entra e si rende subito pericoloso, onestamente il giocatore dimostra di avere decisamente più colpi del volenteroso Lapadula.

Bonaventura 5: E’ l’unico che cerca di fare qualcosa, ma comunque resta una prestazione insufficiente. Troppe volte si incaponisce e non passa mai il pallone cercando l’azione solitaria da urlo.

Niang s.v.: Entra nel finale e non incide

Allenatore Montella 5: Forse i miracoli sono finiti, oggi la squadra di Montella ha evidenziato i suoi clamorosi limiti e francamente i cambi sono sembrati o tardivi (Bacca) od inutili (De Sciglio).

ATALANTA

Sportiello 6, Toloi 6, Caldara 6,5, Masiello 5,5 (Zukanovic 6), Conti 6, Kessié 6, Gagliardini 6,5, Spinazzola 6 (Freuler), Kurtic 5 (Dramé), Petagna 6,5, Gomez 6.

RIPRODUZIONE RISERVATA

2,079 Visite totali, 2 visite odierne

Commenti

commenti