Le pagelle di Milan-Fiorentina 2-0: Prova di maturità superata

ACM_Milan_Fiorentina

Sfida insidiosa quella del Milan contro la Fiorentina di Prandelli, la squadra del duo Bonera – Pioli è chiamata all’ennesima prova di maturità vista l’assenza del suo leader indiscusso Ibrahimovic.

I rossoneri soffrono ma offrono anche una bella trama di gioco fluida e soprattutto creano diverse occasioni da gol.

Donnarumma 6.5: Decisivo e sicuro in ogni suo intervento. Abile a dare indicazioni alla propria retroguardia

Calabria 6.5: Attento nonostante il cliente difficile – Ribery – che gli crea qualche grattacapo, ma nonostante tutto riesce ad aggirarlo.

Kjaer 6.5: Oh professore! Sicuro e attento su ogni intervento.

Romagnoli 7: Inizia male, qualche errore di troppo in fase di costruzione, poi ha il merito di trovare il primo gol stagionale con il più facile dei colpi di testa. Ben tornato capitano!

Theo Hernandez 6.5: Bene anche in fase difensiva oggi. Dalla sua parte pochi pericoli e qualche buona chiusura. Quando sale fa paura.

Tonali 6.5: Prestazione in crescita costante. Il ragazzo ha visione di gioco e si propone sempre di più!

Hauge 6: Entra al posto di Tonali a dieci minuti dalla fine e lo fa con il giusto piglio.

Kessie 7: La sua spizzata di testa è decisiva per liberare Romagnoli al gol. Dal dischetto è glaciale la prima volta, mentre la seconda si fa ipnotizzare dal barbuto portiere polacco della viola

Saelemaekers 6.5: Si procura il calcio di rigore. Abile a coprire e sovrapporsi a Calabria. Gli è mancato solamente il gol

Dalot s.v.: Entra nel finale e non incide

Calhanoglu 6.5: Più impegnato a fare legna che a dare qualità alla fase offensiva. Da lui ci si aspetta la giocata imprevedibile, poi ha il merito di colpire un palo con una conclusione dalla distanza che gli vale di mezzo voto in più.

Diaz 6: Qualche buona giocata, ma non decisiva, ha un gran talento che va valorizzato.

Krunic 6: Entra e fa legna senza eccellere

Rebic 6: Sciocca ammonizione a fine primo tempo e sicuramente evitabile. Per il resto lotta e svaria sul fronte d’attacco.

Allenatore Daniele Bonera 7: La sua squadra, anzi quella di Stefano Pioli, continua a sorprendere. Fluidità di gioco e soprattutto tante idee

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

10,958 Visite totali, 2 visite odierne

Commenti

commenti