Le pagelle di Milan-Juve: sprazzi di buon Milan, ma la differenza tecnica è troppa!

Z_Riccardo Montolivo

Ecco le temibili pagelle di Milanorossonera.it, oggi Milan-Juventus. I rossoneri partono molto bene ed onestamente il vantaggio iniziale gli sta anche stretto. Purtroppo la differenza tecnica è troppo evidente e nel momento in cui finisce l’ossigeno i limiti emergono.

Donnarumma 6: Il portierino rossonero è sempre sicuro, sia in uscita che fra i pali. E’ sempre più idolo della Casa del Milan ma oggi non è impeccabile soprattutto in occasione del secondo gol. Francamente è apparso rinunciatario. 

Abate 6,5: Ignazio oggi è puntuale nei suoi inserimenti e mette spesso e volentieri in difficoltà Alex Sandro che è costretto ad arretrare sulla linea di difesa. 

Alex 7: Il suo gol purtroppo non è decisivo ma ha illuso il pubblico rossonero. Il brasiliano da sicurezza al reparto ma deve comunque fare i conti con una carta d’identità per nulla generosa. 

Romagnoli 6,5: Il centrale sbaglia poco o nulla, è preciso e sempre in anticipo. Meriterebbe la Nazionale italiana. 

Antonelli 6: Il buon Luca fa il suo compitino senza commettere errori. Spinge il giusto e tiene a bada Lichsteiner. 

Honda 6: Il giapponese si da molto da fare specialmente in fase di copertura. In attacco si vede e con un tiro dalla distanza che impegna la leggenda del calcio italiano Gigi Buffon.

Luiz Adriano s.v.: Entra nel finale e la partita è già decisa.

Montolivo 5: Il capitano è lento in ogni sua giocata, ci metterà anche il cuore , ma non sempre basta. Occorre altro per essere il capitano del Milan!

Kucka 5,5: Corre e s’impegna, ma non è sufficiente per arginare il ciclone Juventus. 

Bonaventura 5,5: Non abbastanza per raggiungere la sufficienza, i suoi troppi tocchi lo rendono frenetico e non decisivo. 

Balotelli 6: Fischi ingenerosi da parte dello stadio di San Siro, è vero, sugli spalti c’è prevalenza di tifosi bianconeri, ma questa volta Mario merita almeno il 6 e non di stima. 

Boateng s.v.: Entra nel finale e la partita è già decisa

Bacca 5: Il bomber colombiano oggi è completamente assente, si vede in una sola occasione e trova sulla sua strada un leggendario Buffon. 

Allenatore: Sinisa Mihajlovic 6: Lui la squadra la carica al punto giusto e tatticamente per 60’ vince il confronto con l’ex Massimiliano Allegri, purtroppo la sua squadra è nettamente più debole dei campioni di Italia in carica. Il 28 maggio a Roma, il buon Sinisa è chiamato ad un vero e proprio miracolo calcistico. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ZIMBIO.COM

790 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti