Le pagelle di Milan-Sassuolo: Partita vietata ai deboli di cuore

gazzetta-it_paletta

Partita vietata ai deboli di cuore! Milan che passa in vantaggio e poi si trova sotto di due e con un grande cuore riesce a ribaltarla! Incredibile!

Donnarumma 6,5: E’ strepitoso in un’occasione che probabilmente avrebbe cambiato definitivamente la storia della partita. E’ vero subisce 3 gol e fra l’altro senza colpa, ma si riscatta nel momento decisivo della partita, un campioncino!

Abate 4: Ennesimo errore ed ennesimo gol preso per colpa dell’esterno rossonero. L’azzurro continua a vivere il suo momento di involuzione, tattica e psicologica.

Gustavo Gomez 5,5: Viene saltato regolarmente, il centrocampo non fa filtro e lui assieme al suo compagno di reparto Paletta va in apnea. Con l’uscita di Montolivo il reparto difensivo acquista certezza e lui cresce nella prestazione.

Paletta 6,5: Sembrava una difesa imperforabile, ma oggi senza Romagnoli prendono gol a ripetizione. L’assenza del buon Alessio non può essere così determinante, ma sicuramente ha tolto certezze. Indubbiamente il gol di Gabriel alza di un voto la sua prestazione

De Sciglio 5:  Ormai non è nemmeno più un caso, è una certezza, Mattia De Sciglio non riesce ad alzare il livello della sua prestazione con la maglia rossonera. Gioca spaventato e sembra che San Siro anziché dargli la carica lo terrorizzi

Kucka 6,5: Il carrarmato rossonero corre e crea anche in qualche occasione superiorità numerica, ma purtroppo gli manca il guizzo vincente. Ovviamente a lui non si può imputare la mancanza di gioco della squadra.

Montolivo 5: Esce fra i fischi di San Siro, il capitano del Milan come sempre decide di non prendersi le responsabilità e giustamente, Vincenzo Montella decide di sostituirlo al quarto d’ora della ripresa.

Locatelli 8: Entra al posto del capitano Montolivo, gioca con grande personalità, non ha paura di impostare ed impreziosisce la sua prestazione con un gol da manicomio!

Bonaventura 6: Finalmente torna al gol, peccato che sia inutile. Il centrocampista ex Atalanta oggi è cresciuto nella prestazione ma poi finisce per affossare nella mediocrità dei suoi compagni.

Suso 5: Cerca in qualche occasione di accendere la luce, ma onestamente è troppo poco. Dal suo talento ci si aspetterebbe qualcosa di più concreto.

Luiz Adriano 5: Partita incolore, non è del tutto colpa sua ma obiettivamente non la prende mai e nonostante la grinta che mette nel muoversi senza palla la sua prestazione non è da considerarsi sufficiente

Niang 7: Entra nella ripresa, e come sempre gioca a testa bassa usando solamente il suo strapotere fisico, da una delle sue accelerate nasce il calcio di rigore.

Bacca 6: Non entra mai veramente in partita, non viene mai servito e lui risulta assente, ma poi come spesso gli succede, ha un’occasione e la trasforma in oro, è vero questa volta è un calcio di rigore, ma comunque lui ha la freddezza di realizzarlo.

Poli 6: Entra nello scetticismo generale e regala una prestazione sufficiente!

Allenatore Vincenzo Montella 6,5: Viene espulso e quindi non meriterebbe la sufficienza, ma la reazione che ha avuto la sua squadra merita un plauso particolare. Una determinazione del genere è da attribuirsi anche a lui.

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO GAZZETTA.IT

5,025 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti