Le pagelle di Milan-Torino C.I. 5-4 (d.c.d.r.): Vittoria al cardiopalma

ACM_Milan_Torino_Romagnoli

Non ci si poteva di certo aspettare un epilogo del genere per questo Milan-Torino di Coppa Italia. La squadra di Stefano Pioli è stata costretta a giocare 120 minuti più calci di rigore contro i granata allenati dall’ex Marco Giampaolo.

Tătăruşanu 6.5: Bell’intervento nel primo tempo. Si fa trovare pronto.

Kalulu 7: La carta di identità mente! Gioca con l’atteggiamento di un veterano! Anticipa ed è dotato di buonissima tecnica. Ottimo il senso della posizione

Musacchio 6: Rientra dopo quasi un anno e lo fa con grande grinta ed esperienza.

Kessie 6.5: Entra bene e giganteggia a centrocampo

Romagnoli 6.5: Un anticipo d’applausi. Per il resto non molto sollecitato. Trasforma uno dei calci di rigore.

Dalot 6: Gioca in maniera scolastica e colpisce un clamoroso palo.

Calabria 6.5: E’ il vero jolly rossonero. Colpisce anche un palo. Esce non per demeriti sportivi.

Theo Hernandez 5.5: E’ un diesel, parte tranquillo e poi con il crescere del tempo si scalda. In ogni caso da lui ci si aspetta di più

Tonali 7: Oggi bene! Mette in campo la personalità e le geometrie. Un paio di belle verticalizzazioni e delle buone geometrie. Perfetto dagli 11 metri

Castillejo 5.5: Gioca solamente il primo tempo e lo fa piuttosto male, soprattutto ignora sistematicamente le sovrapposizioni dei compagni. Ottimo in fase difensiva

Calhanoglu 6: Entra nella ripresa, dovrebbe dare geometrie e pericolosità dai calci piazzati. Non incanta. Ha il merito di trasformare il calcio di rigore decisivo

Díaz 6.5: Quando punta l’uomo fa sempre paura. Crea superiorità numerica e regala alla manovra offensiva imprevedibilità. Nel finale si mangia un gol!

Olzer s.v.: Al debutto assoluto in prima squadra. Non incide

Leão 6.5: Nel primo tempo quasi inesistente, nel secondo decisamente meglio e soprattutto si muove con grande intelligenza tattica

Ibrahimović 5: Al rientro dal primo minuto, è imballato e lo si vede a vista d’occhio

Hauge 4.5: Entra male e senza verve agonistica. Ripetitivo nei movimenti offensivi con la palla.

Allenatore Stefano Pioli 6: Grande turnover in vista della Coppa Italia. Dopo 120 minuti i rossoneri sconfiggono il Toro solo grazie ai calci di rigore.

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

 

11,186 Visite totali, 99 visite odierne

Commenti

commenti