Milan, anche l’attacco non gira più!

z_Bacca_Rafael Toloi

Il Milan contro la Juventus ha fallito l’ennesima occasione per dimostrare che questa è sì una stagione di transizione, ma verso lidi più confacenti alle ambizioni rossonere.

Non solo ha fallito, ma l’ha fatto nel peggiore dei modi, al cospetto di una Juventus che oltretutto era dietro di due punti e incrostata quanto e forse più del Milan. Ha fallito perché, per la seconda partita consecutiva, il gioco (!) non ha prodotto una sola occasione da goal degna di questo nome, rendendo così il bottino di 6 reti di Bacca una gemma ancor più preziosa.

Il Milan ha giocato con una punta centrale e due ali, quindi in teoria prediligendo la fase offensiva; ma in casa con l’Atalanta ha subito le iniziative degli ospiti “involontariamente”, con i bergamaschi che, parole del Presidente, sembravano il Milan di Sacchi, mentre contro la Juventus è stata una scelta tattica volta a cercare di sfruttare gli spazi solo teoricamente concessi dai bianconeri portati ad attaccare tra le mura amiche.

La coperta del Milan è sempre maledettamente troppo corta: se chiude (relativamente, visto che comunque una rete allo Stadium l’ha presa…) la saracinesca, non segna e se la lascia un po’ più aperta per pungere, ecco che subisce goal.

Non ci si può permettere di lasciare Bacca, un attaccante di sicuro valore tecnico, oltre che economico visto che è costato 30 milioni, praticamente senza palloni giocabili per 180 minuti ed avere due ali più impegnate a difendere che ad attaccare. Molti opinionisti della carta stampata oggi mettevano spietatamente in evidenza la contraddizione di un Milan che dopo 13 giornate di campionato non sa ancora da che parte andare, cosa fare e come.

Non vogliamo oggi andare a caccia di responsabili: questo semmai va fatto, seriamente, alla fine di una stagione che se continuasse così sarebbe la terza fallimentare consecutiva; solo non si deve guardare in faccia nessuno, altrimenti ci sarà la quasi certezza che a suon di “a posto così”, “siamo ultracompetitivi”, “per lo scudetto ci siamo senz’altro”, le cose non miglioreranno affatto, anzi…

217 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti