Milan: Muriel o Bacca? Dzeko o Belotti? O forse meglio altro…

gattuso-milan-608x400

Che il Milan in vista della prossima stagione debba cercare e soprattutto indovinare l’attaccante è indubbio, c’è sicuramente bisogno di un “nove” che faccia e garantisca gol a raffica e non il solito comprimario da 10/15 gol annui.

È vero, i top player sono irraggiungibili, ma i nomi che circolano in queste ore non fanno di certo sognare ad occhi aperti.

Preso come un dato di fatto che mister Nikola Kalinic abbia fallito e non sia mai stato veramente amato dalla piazza rossonera, ora c’è da chiedersi chi può prendere realmente il suo posto al centro dell’attacco rossonero. Prima cosa ci sarebbe da capire con che modulo la squadra allenata da Rino Gattuso affronterà la prossima stagione, sempre un 4-3-3? Oppure si penserà ad un modulo a due punte? Chi sarà il prossimo direttore sportivo? Sarà ancora Massimiliano Mirabelli? Voci recentissime parlano di un probabile divorzio ed i nomi come suo sostituto sono al quanto importanti, si parla di Walter Sabatini, Cristiano Giuntoli o di un clamoroso ritorno di Ariedo Braida. In base a queste scelte, si potrà capire in quale direzione andrà la scelta del prossimo attaccante rossonero.

Premesso che personalmente se fossi nel Milan confermerei André Silva per diversi motivi, il primo è che è giovane e quindi merita un periodo di ambientamento e secondo è che non gli è mai stata concessa una vera chance, mi spiego meglio, André avrebbe meritato una serie di partite consecutive da titolare per dimostrare il suo reale valore. Altra cosa, ma siamo sicuri che Silva sia una vera prima punta e non una potenziale seconda?

I nomi che circolano in queste ore sono Luis Muriel, il rientrante Carlos Bacca ed i sogni Edin Dzeko e Andrea Belotti. Di solito i sogni restano tali, invece Muriel francamente non convince perché non realizza mai tanti gol, il Milan cercherebbe un marcatore da 30 reti stagionali (coppe comprese) e l’attaccante colombiano non li ha mai fatti e quest’anno al Siviglia ha realizzato 9 reti e 3 assist in 43 presenze o se preferite in 2.304 minuti, in pratica un gol ogni 256 minuti! Carlos Bacca invece ha realizzato 15 gol e 6 assist in 39 presenze o se preferite in 2.791 minuti, quindi un gol ogni 186 minuti. I numeri favorirebbero un ritorno di Bacca piuttosto che l’acquisto di Muriel.

A prescindere che i ritorni non sono mai andati troppo bene, vedi Shevchenko, Kakà, Gullit, Balotelli ecc. forse è il caso di cercare soluzioni alternative. Al grande attaccante ci si potrebbe arrivare attraverso a grandi sacrifici sul mercato, vedi Donnarumma, Suso e Bonaventura, oppure cercare quel nome, semi sconosciuto, che possa diventare un vero crack del mercato. La mossa geniale che possa sorprendere critica e pubblico, quel giocatore pronto al rilancio o meglio ancora, se giovane e soprattutto non noto. È vero, è un grosso rischio, ma come spesso si dice, chi non risica non rosica!

Fate queste piccole considerazioni, voi che opzione scegliereste? Profilo medio basso stile Muriel od un sacrificio per arrivare a Dzeko o Belotti, oppure tentare una soluzione alternativa e fantasiosa?

RIPRODUZIONE RISERVATA

9,337 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti