Milan, per battere l’Atletico indossa la camicia azzurra

Coppa Latina

Il Milan, per battere l’Atletico Madrid negli ottavi di finale di Champions League, dovrebbe indossare la camicia azzurrognola a mezze maniche con i bottoni sul davanti.

No, non siamo impazziti tutto d’un colpo: l’unico precedente ufficiale tra i rossoneri e i colchoneros, giocato il 20 Giugno del 1951 e valido per la semifinale della Coppa Latina, il Milan lo giocò proprio indossando una camicia azzurra a mezze maniche, chiusa sul davanti da alcuni bottoni. Non era la casacca ufficiale scelta ad inizio stagione, ma bensì si dovette ricorrere a questa soluzione per il mancato arrivo della muta da gioco. A completare la divisa, i pantaloncini bianchi e i calzettoni neri.

Si narra che quella è stata l’unica volta in cui è stata indossata la camicia, ma dagli archivi storici sembra che è stata indossata anche due anni più tardi, il 7 Giugno del 1953, in occasione della Finale della Coppa Latina, nella partita Stade Reims-Milan, che i rossoneri persero 3-0. In quell’occasione i motivi che spinsero il club ad indossare la camicia erano due: innanzitutto per incompatibilità con quella dello Stade Reims che aveva una maglia con torso rosso e maniche bianche e poi per scaramanzia, ricordando la prima vittoria nella competizione.

Chissà cosa ne pensa l’Amministratore Delegato rossonero Adriano Galliani, da sempre scaramantico, come dimostra la consueta cravatta gialla indossata in tutte le partite del Milan.

RIPRODUZIONE RISERVATA.

Fonte: “Seconda Pelle”.

963 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti