Milan: Suso ora è un problema od una risorsa?

z_Suso

Oggi si vede un Milan sempre più solido e convinto con il nuovo modulo 3-5-2, tutti contenti, Leonardo Bonucci che rende al meglio, una maggior copertura in fase difensiva e due esterni – Ricardo Rodriguez e Abate, aspettando Andrea Conti – che hanno libertà di offendere.

Tutto vero e tutti contenti, ma probabilmente è nato anche un caso spinoso e negativo. Suso che fine farà? Si parla tanto di rinnovo – 3 milioni all’anno – di giocatore destinato ad essere uno dei top player del campionato italiano, ma dopo due partite in campionato, scopriamo che il fantasista spagnolo ha trovato più di una difficoltà. Il tecnico Vincenzo Montella ha parlato di spirito di sacrificio, velocizzare e cambiare la giocata, di trovare una nuova posizione in campo e di quanto Suso sia unico nella rosa del Milan, ma i fatti sembrano essere proprio altri. Sia contro l’Udinese che contro la Spal, il ragazzo del ’93 ha faticato a trovare la giusta collocazione in campo, ha sbagliato anche i più elementari passaggi, non sembrava libero mentalmente perché alla ricerca della collocazione tattica. Suso non è un trequartista e nemmeno una seconda punta, lui è un esterno destro d’attacco e quindi, nel nuovo modulo, non è previsto quel tipo di ruolo.

Dopo le considerazioni appena fatte, cosa farne del numero otto rossonero? Rinnovargli il contratto ed aspettarlo rischiando di mettere in disparte uno fra Kalinic, André Silva e Calhanoglu o pensare seriamente ad una cessione a gennaio?

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ZIMBIO.COM

4,586 Visite totali, 2 visite odierne

Commenti

commenti