Milan: una settimana intensa, ma ci sarà una coppa saporita?

Fabio Conte 3

Questa è una di quelle settimane che sembrano un mese, che valgono un anno. Sembra lontana l’indecorosa sconfitta col Benevento, ma aleggia ancora nell’aria l’incazzatura di Gattuso esternata prima della gara col Bologna.

Già allora si sentiva la vibrazione di questa settimana che stava per arrivare densa, tesa, decisiva. Il primo step, il più leggero ma che ha dischiuso la trepidazione dei tifosi rossoneri è stata la vittoria con il Verona. Come un colorato spritz al tramonto ti prepara come aperitivo ad una cena stellata, aver consegnato agli archivi la retrocessione del Verona non può che far piacere a un tifoso milanista, al di là della partita vinta senza troppi patemi d’animo, quasi fosse un tonico allenamento. Testa e cuore ovviamente erano già rivolti alla finale di Coppa Italia. La rivale, la Juventus, è la rivale di tutti. È la squadra più forte, più vincente, più influente del calcio italiano e ha stancato gli appassionati non juventini contrariati dalla puntualità dei successi bianconeri. Nelle ultime tre stagioni, sul filotto dei sette campionati consecutivi, ha inanellato anche tre doble con la Coppa nazionale. Una continuità che in molti sperano venga finalmente interrotta. Questa è la grande chance del Milan, il clou di questa settimana, il piatto forte della finale di Roma, un piatto che, son sicuro, piacerebbe a mezza Italia.

Le finali, si sa, hanno come prerogativa di finire con un verdetto. Giovedì quindi, la Juve potrà gigioneggiarsi per l’ennesimo titolo, quasi con disinteresse, o i rossoneri potranno esaltarsi per la conquista di un trofeo che valorizzerebbe la stagione e l’intera gestione del Milan. In questo caso i brindisi renderebbero ebra e lieve il prosieguo della settimana che altrimenti si dilaterebbe con un’ostica ed indigesta trasferta a Bergamo pesante come la polenta concia a fine pasto, contro un’Atalanta in piena salute per cercare di conservare il sesto posto valido per l’Europa. Oggi però appare lontana la lotta per un piazzamento in campionato quasi come se potesse succedere chissà quando e non alla fine di questa dilatata, irrequieta, ardente settimana rossonera.

RIPRODUZIONE RISERVATA

5,992 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti