Non si può più sbagliare. Che la marcia inizi…

image

Siamo purtroppo ben lontani dagli standard a cui il Milan ci aveva abituati.

Sembrano distanti anni luce vittorie strepitose quali il 6-0 rifilato ai cugini nel maggio 2001, le straordinarie vittorie in Champions, anche quando partivamo svantaggiati, come contro il Barcellona nel ’94.

Questo periodo di crisi, sembra aver colpito solo il Milan, a differenza di squadre meno blasonate. Questa stagione giunta al giro di boa, ci lascia parecchio amaro in bocca.

La mentalità vincente che contraddistingueva la società AC MILAN sembra perduta. In questa squadra è sparito il carattere e la determinazione nel conseguire i propri obiettivi. Con l’arrivo di Clarence Seedorf ci si auspica di vedere un Milan in crescita visto che era parte fondamentale di quel Milan che ci aveva reso grandi in tutto il mondo.

Non si può più sbagliare, ogni partita è fondamentale. Ora dobbiamo ritrovare il CARATTERE E LA DETERMINAZIONE che abbiamo perso. Il primo obiettivo è acquisire il terzo posto che è a ben diciotto punti da noi, per poter partecipare alla Champions l’anno prossimo. Primo perchè la Champions senza il Milan, LEADER ITALIANA IN QUESTA COMPETIZIONE, perderebbe il suo fascino, ma sopratutto per il mancato introito economico privandoci ancora della possibilità di acquistare innesti di un certo livello.

Perciò, che la marcia abbia inizio…

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Pagina facebook Milano-Rossonera

456 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti