Simone Inzaghi: ”La mia Lazio contro il Milan di Pippo”

Gazzetta.it_Filippo e Simone Inzaghi

C’è chi insegue un trionfo per tutta la vita e chi con i trofei ha un feeling speciale, quasi naturale. Simone Inzaghi fa parte di questa seconda categoria. Da giocatore ha vinto tutto e subito con la Lazio di Cragnotti. Ed ha fatto in tempo pure a vincere le prime due coppe dell’era Lotito.

Un predestinato. Che ora conferma queste credenziali anche da allenatore. Perché tre mesi dopo essersi accomodato sulla panchina della Lazio Primavera eccolo sollevare al cielo il primo trofeo importante da tecnico: la Coppa Italia conquistata mercoledì a Firenze. «A dire il vero non è il primo successo da allenatore, c’è anche il campionato regionale Allievi vinto nel 2011. Come palmares vale meno, ma è una vittoria cui sono molto legato, anche perché molti di quei ragazzi erano con me a Firenze. Mancava solo il povero Fersini, questo successo lo dedichiamo a lui, non lo dimenticheremo mai».

Tante vittorie da giocatore, ora un trionfo prestigioso da allenatore. Stesse gioie o dalla panchina è diverso?
“L’adrenalina è la stessa, ma il sapore della vittoria completamente diverso. Quando giochi sei più giovane, la vivi più intensamente, ma anche con maggiore spensieratezza. Da allenatore le vittorie le soffri e le apprezzi di più perché sono il frutto del tuo lavoro”.
A giudicare dalla doppia finale con la Fiorentina il lavoro è stato fatto bene.
“Il merito è dei ragazzi, non lo dico come frase fatta, ma perché è la realtà. Hanno interpretato le due finali in modo perfetto. E’ un gruppo eccezionale, ci possiamo togliere altre soddisfazioni”.
Come inizio non c’è male. La Coppa Italia è arrivata al termine di una striscia di 12 vittorie e 3 pareggi tra campionato e coppa.
“Sì, effettivamente questi ragazzi stanno andando oltre le aspettative. La Coppa è nostra e in campionato abbiamo già virtualmente acquisito la qualificazione alla final eight”.
Ma se a giugno ti ritrovi a contendere lo scudetto Primavera a tuo fratello Pippo, come la mettiamo?
Beh, una finale Lazio-Milan sarebbe il massimo. Anche perché da allenatori io e Pippo ci siamo sfidati una sola volta (con le formazioni Allievi nel torneo Arco di Trento, ndr) e ho vinto io…
FONTE GAZZETTA.IT
FOTO GAZZETTA.IT

339 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti