La notte dell’ex: Matri a caccia di conferme

SM_Matri

Quella di questa sera sarà una partita particolare per Alessandro Matri.
L’attaccante della Fiorentina scenderà in campo per la prima volta contro la squadra che a settembre decise di puntare su di lui salvo poi scaricarlo senza troppi pensieri già a gennaio.
Sul suo acquisto a fine estate furono sollevati parecchi dubbi nell’ambiente rossonero: da parte dei tifosi, che avrebbero preferito un investimento in altri reparti del campo, e da parte della proprietà con Barbara Berlusconi che poco dopo dichiarò apertamente che le risorse a disposizione per il mercato erano state spese male.
Nel mezzo lui, Alessandro Matri. L’attaccante 29enne sperava di tornare al Milan e trovare una seconda giovinezza ma finì presto nell’occhio del ciclone, come tutta l’annata rossonera: troppi gol sbagliati, troppe prestazioni sotto tono ed una sola rete all’attivo nella sconfitta di Parma.
Col cambio di allenatore e l’arrivo di Seedorf, lui, pupillo di Allegri, fu il primo a fare le valigie con destinazione Firenze per sostituire l’infortunato Giuseppe Rossi. In viola Matri ha sino ad ora segnato 4 reti, 3 in campionato ed una in Europa League, ma i dubbi sul suo rendimento permangono tanto che in questa partita si gioca una buona fetta del suo futuro. Titolare gioco forza da qui a fine anno con i viola, visto l’infortunio di Gomez oltre a quello di Rossi, Matri vorrebbe convincere i Della Valle in vista della prossima stagione ma dall’altra parte della barricata c’è il Milan, proprietario del cartellino, che su di lui ha investito tanto e che non vorrebbe veder dilapidato nel giro di una sola stagione l’investimento. Un gol stasera, soprattutto se decisivo, potrebbe così valere molto in ottica futura: per una riconferma a Firenze e per mandare un segnale a chi lo ha scaricato forse con troppa fretta.

Riproduzione riservata

300 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti