Le pagelle di Fiorentina-Milan 4-3: Sconfitti ma vivi!

ACM_Fiorentina_Milan_Ibrahimovic_Messias

È un Milan a tratti bruttissimo e sfortunato. La Fiorentina non ha assolutamente rubato nulla. Il verdetto del campo oggi è stato spietato, ma ha sicuramente regalato la convinzione che i rossoneri, nonostante la sconfitta, sono più vivi che mai.

Tătăruşanu 4: Un errore imperdonabile! Il lungo portiere rumeno perde il pallone dopo essere uscito. Sul secondo gol ha poche colpe.

Kalulu 6: Un paio di chiusure da giocatore vero. È piaciuto per l’atteggiamento mostrato in campo

Messias 5: Entra e sbaglia praticamente tutti i palloni giocati.

Gabbia 3: Inspiegabilmente decide di proteggere un pallone anziché spazzarlo ed il Mlan subisce il primo gol. Impreciso anche sul gol del momentaneo 3 a 0 dove sbaglia completamente il fuorigioco.

Kjær 5: Perde il duello con il giovane Vlahovic. L’assenza di Tomori si è fatta sentire

Hernández 4.5: Oggi sembrava spaesato ed impreciso, poi si sveglia e serve Ibrahimovic per il gol del 3 a 2. Si ripete con un errore decisivo che chiude definitivamente l’incontro

Tonali 6: Legge bene il gioco avversario ed è sempre pronto a verticalizzare per i compagni. Peccato per quell’incertezza che genera il gol del raddoppio viola

Bennacer 5: Entra male. Tocca pochi palloni ed in maniera imprecisa

Kessie 6: Questa sera per l’occasione porta al braccio la fascia da capitano. Più un lavoro tattico che tecnico.

Saelemaekers 5: Corre e si danna ma con poca qualità.

Florenzi 5: Entra e non lo si nota mai in campo

Díaz 5: Oggi poca roba. Sbaglia anche le più semplici aperture.

Giroud 4: Entra per risolvere la partita e non la prende mai!

Leão 6.5: È il migliore dei rossoneri. Spesso troppo lezioso, ma regala sempre la sensazione di imprevedibilità. Quando parte palla al piede è uno spettacolo. Dubbio il contatto in area di rigore che reclama la massima punizione

Krunic 5: Entra?

Ibrahimović 7.5: Gli annullano giustamente un gol per fuorigioco nei primi minuti, poi ne sbaglia diversi. Trova il gol del 3 a 1 e 3 a 2. Ci mette più di uno zampino sul gol del 4 a 3.

Allenatore Stefano Pioli 5.5: Non ha di certo colpe se i “suoi” uomini commettono errori individuali. In ogni caso non convincono i cambi che non hanno fruttato reali miglioramenti

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

5,770 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti