Le pagelle di Roma-Milan 1-2: Tratti di ottimo Milan

ACM_Roma_Milan_Ibrahimovic

Milan che scende in campo a Roma e domina per lunghi tratti la partita. Quando rimane in 10 per la doppia ammonizione di Theo Hernandez i rossoneri soffrono il giusto. Peccato per il gol subito.

Tătăruşanu 6: Conclusioni poco impegnative. Lui è sempre ben piazzato. Sul gol subito è incolpevole

Calabria 6.5: Dalla sua parte non si passa! Gioca con intelligenza e scaltrezza

Kjær 7.5: Gioca con tranquillità olimpica. Intelligente ed essenziale

Tomori 7: Parte male, infatti da un suo errore di valutazione si genera una possibile occasione da gol per i giallorossi. Per il resto è praticamente perfetto. Il suo “amico” Abraham non la tocca mai.

Hernández 4: Quando parte è treno in corsa. Oggi ha di fronte un avversario insidioso, lui è al rientro e non si intimidisce di certo. Il doppio giallo gli vale l’insufficienza piena.

Kessie 7: Nel primo tempo va vicino al gol del vantaggio con un bel diagonale che finisce di poco a lato. Si presenta dagli 11 metri ed è freddissimo.

Bennacer 6: Partita tattica e di grinta.

Tonali 5.5: Entra nel peggior momento della partita e non fornisce le giuste geometrie.

Saelemaekers 6: Partita di sacrificio. Poca qualità ma tanto impegno

Ballo-Touré 5.5: Entra nel momento peggiore della partita, qualche errore di troppo in fase di disimpegno

Krunić 5: Partita scolastica senza mai eccellere. Ammonizione evitabile. Errori in fase di costruzione grossolani

Bakayoko 5.5: Ingresso poco influente. Qualche calcione a destra ed a sinistra

Leão 6.5: Fallisce il gol da circa un metro. Non riesce a sfruttare il cross del compagno Calabria. Bravo a procurarsi la punizione che vale il gol del vantaggio

Romagnoli 5.5: Entra nel peggior momento della partita. Entra per difendere il risultato e non gli riesce molto bene

Ibrahimović 7.5: Gioca da “pivot”, scende sulla trequarti e smista per il fronte di attacco. Trova un bellissimo gol su calcio di punizione. Si guadagna il calcio di rigore e gli annullano due gol per fuorigioco

Giroud 5: Entra e dopo pochi minuti il Milan rimane in dieci uomini. La partita cambia e lui gioca di sacrificio. In ogni caso lo si vede pochissimo.

Allenatore Stefano Pioli 7: Stratega, motivatore e gran signore. Oggi impacchetta il grande Josè con una partita tattica ed intelligente

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

5,778 Visite totali, 3 visite odierne

Commenti

commenti