Seedorf a Sky: “Balotelli? Non è la prima volta che uno piange. Ho trovato molti fuori condizione quando sono arrivato…”

MR_Clarence Seedorf

Ecco le dichiarazioni di Clarence Seedorf ai microfoni di Sky Sport al termine di Napoli-Milan.

“Balotelli? Ci sono dei momenti in cui uno esprime le sue emozioni in quella maniera li’, non è la prima volta che un calciatore che piange. E’ stato un suo momento come l’ho vissuto io tante volte, niente di speciale. Passi indietro? Per il risultato si, per tante altre cose no, ho visto cose positive, abbiamo preparato la partita in un modo, poi le assenze di Kakà e Honda ci hanno complicato le cose. Ho scelto Abate alto poi l’ho tolto perchè era in difficoltà e messo Emanuelson. Volevo fare due cambi dopo il primo tempo ma per tenermi due cambi ho spostato Emanuelson più avanti. Taarabt? Buona gara, si è impegnato molto, ha fatto un grande gol e messo molta tecnica nelle giocate. Quando non hai i giocatori a disposizione è più difficile, Kakà avrebbe giocato dall’inizio se non avesse avuto la febbre. Il mio lavoro oltre a fare più punti possibile e ricostruire dei giocatori che non ho trovato in condizioni fisiche adeguate. Mexes capitano? Abbiamo tanti centrali, lui è stato fuori per un po’ e pensavo potesse essere una sorta di responsabilizzazione, perchè fino ad adesso ha avuto poco spazio. Montolivo? Lui era molto tranquillo. Dobbiamo pianificare anche pensando alle prossime partite. Non posso arrivare alla partita di Champions senza aver mai fatto giocare insieme Essien e De Jong. Il mio lavoro è anche cercare di prendere tutti gli spunti positivi. Balotelli deve crescere in generale, lui contro il Cagliari ha fatto un’ottima gara, oggi ha sfruttato poco la profondità, ma sono contento che lui abbia tante cose su cui lavorare”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

547 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti