Le pagelle di Atalanta-Milan 2-3: Un Milan che a tratti piace e convince

ACM_Atalanta_Milan_Tonali

È un Milan che non ti aspetti. I rossoneri sono scesi in campo a Bergamo con coraggio e spavalderia. I ragazzi di Stefano Pioli hanno convinto per lunghi tratti.

Maignan 7.5: Nel primo tempo buono il suo intervento sul diagonale di Zapata. Si ripete sempre nel primo tempo su Zappacosta ed ancora su Zapata alzando il livello di qualità delle sue parate.

Calabria 7: Parte subito alla grandissima, tocca il pallone dopo 28 secondi e realizza il gol del vantaggio

Tomori 6.5: Intervento da campione su Pessina. Un intervento di potenza e precisione.

Kjær 6.5: Giganteggia su Zapata. Vince praticamente tutti i duelli con il forte attaccante colombiano

Hernández 7: Dopo 25 secondi manda in porta il compagno Calabria che porta in vantaggio i rossoneri. La sua giocata è degna di un numero “10”. Bello anche l’assist per Leão. Una delle migliori partite di Theo da quando è al Milan. Gli è mancato solamente il gol

Ballo-Touré 5.5: Entra e non convince, si nasconde dietro ai suoi compagni

Tonali 7.5: Un intervento nel primo tempo che vale quasi quanto un gol. Il ragazzo “casciavit” di Lodi è sempre più dominante, poi sempre nel primo tempo trova il gol del raddoppio

Bennacer 6: Entra sul 3 a 0, un paio di buoni recuperi e poche verticalizzazioni

Kessie 7: Sprazzi del vecchio Franck. Preciso, potente ed essenziale.

Saelemaekers 6.5: Ha un’intelligenza tattica mostruosa. Non avrà i piedi di un fenomeno ma è sempre più utile e soprattutto duttile.

Díaz 6.5: Partita di sacrificio abbinata alla sua consueta qualità

Messias 6: Finalmente debutta in maglia rossonera. Una delle storie più belle del calcio moderno ha avuto inizio. Prezioso in occasione del gol di Leão. Sfortunato in occasione del calcio di rigore subito dai rossoneri. Il suo braccio era effettivamente alto.

Leão 7: Si sacrifica molto, sembra non essere in giornata, ma poi trova il colpo che chiude la partita

Pellegri s.v.: Entra nel finale e non incide

Rebić 6.5: Partita di sacrificio ed intelligenza tattica. Giocatore utile e di qualità.

Allenatore Stefano Pioli 7: Sfida Gasperini con le sue stesse armi. Oggi si gioca uomo contro uomo ed il tecnico parmigiano azzecca tutte le mosse

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

6,309 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti