Male tutti, si salvano in pochissimi: le pagelle di Genoa-Milan 1-0

z_Adil Rami

Ecco le pagelle di Genoa-Milan 1-0.

Diego Lopez 6: il Genoa tira poco in porta ma lui è comunque attento, sia nelle prese basse che nelle uscite.

Bonera 5: una buona partita contro l’Udinese subito cancellata dall’ennesima marcatura approssimativa su Antonelli in occasione del gol dei liguri. Sulla corsia non fa male, ma quell’errore compromette il giudizio. Incredibile che Inzaghi continui a proporlo in marcatura sui piazzati dopo i tanti errori.

Mexes 6: lotta, le prende e le dà. Annulla Matri e prova a dare la carica in avanti, ma con scarsi risultati.

Rami 6: come il compagno di reparto prova a non mollare nulla, ma i problemi oggi erano tutti in fase di costruzione più che in fase di contenimento. Dimostra in ogni caso di avere uno spirito guerriero. A questa squadra ne servirebbero undici come lui.

Armero 5.5: male quando è messo sotto pressione, sempre incline all’errore in fase di disimpegno, ma apprezzabile la costanza con la quale si fa vedere sulla sua corsia di competenza.

Montolivo 5: affrettata la decisione di Inzaghi di schierarlo dal 1′ dopo il terribile infortunio pre-Mondiale. Il capitano dimostra di non avere il passo né il fiato per reggere una partita così delicata e importante. Il risultato è una gara giocata male, anche a causa della pressione asfissiante di Kucka. (Dal 63′ Poli 5.5: meglio di Montolivo, prova a mettere ordine e a lanciare gli attaccanti, ma nel marasma generale si perde anche lui)

de Jong 5.5: l’olandese ha l’arduo compito di fare da diga davanti alla difesa limitando gli inserimenti degli incursori rossoblu. Ci riesce a fasi alterne, ma oggi era impossibile pensare a un de Jong sugli scudi, visto che anche lui tornava in campo dopo un infortunio.

Bonaventura 6: come al solito uno dei più positivi del Milan. Si batte in entrambe le fasi, prova sempre ad accendere la manovra e non disdegna il pressing. L’ex atalantino, anche nelle sconfitte, dimostra di essere una pedina inamovibile.

Honda 5: prestazione negativa per l’ex Cska che oggi non ne azzecca una nemmeno per sbaglio. In dubbio causa influenza non si fa mai vedere dalle parti di Perin e si fa sovrastare dai genoani. (Dal 70′ Pazzini 5.5: non gli arriva nemmeno un pallone giocabile nonostante provi in tutti i modi a farsi vedere facendo a sportellate con i centrali del Genoa)

Menez 5.5: nel primo tempo è l’unico che crea qualcosa di interessante, nella ripresa s’incupisce anche a causa dell’apporto quasi nullo dei compagni di reparto. Sulle sue spalle ha un compito troppo arduo, ovvero quello di offendere come una prima punta, ma nello stesso tempo costruire come un dieci puro, ovviamente il buon Jeremy non può fare tutto e spesso si perde nei meandri della partita.

El Shaarawy 5: stesso discorso fatto per Honda. Non riesce mai a essere incisivo, troppo molle e fuori dalla partita. Inzaghi lo richiama giustamente per far posto a Niang. (Dal 78′ Niang SV)

 

RIPRODUZIONE RISERVATA

549 Visite totali, 2 visite odierne

Commenti

commenti