Sassuolo-Milan 4-3: Il Milan illude ed il Sassuolo annienta

Z_Domenico Berardi

La partita è iniziata e sorprendentemente rispetto le attese il Milan di Massimiliano Allegrischiera titolare dal primo minuto il giovane Bryan Cristante. Milan che sin dai primi secondi di gioco cerca l’aggressività a centrocampo e dopo 2′ porta alla conclusione De Jong. Il tiro di “piatto” del centrocampista olandese finisce debolmente fra le braccia di Pegolo. IlSassuolo, grazie a Berardi, va vicino al gol del vantaggio. L’attaccante si accentra e trova un debole conclusione. Milan in vantaggio dopo soli 9 minuti. Cristante e De Jong recuperano un pallone e l’olandese serve il brasiliano Robinho che trova un diagonale vincente e porta in vantaggio i rossoneri. Dopo 4′ il Milan trova il gol del raddoppio grazie aMario Balotelli. SuperMario sfrutta l’assist perfetto di Bryan Cristante. Al 15′ il Sassuolo trova il gol del 1-2 grazie ad una rete del giovane Berardi. Il gol viziato da una posizione di partenza di fuorigioco. Altro errore di Daniele Bonera ed arriva lo splendido gol del pareggio di Berardi. Una doppietta che rischia di pesare come un masso sulla classifica del Milan. Al 41′ arriva il terzo gol di Berardi ed il Milan piomba nell’abisso.

Concludendo questo Milan è sempre più ammalato ed i tre gol subiti in rimonta sono un segnale sempre più preoccupante. Berardi ha dimostrato di essere un buon giocatore e la difesa del Milan lo ha reso un fenomeno.

Il secondo tempo inizia con il botto. Berardi trova subito il suo quarto gol personale ed affonda, probabilmente definitivamente il Milan. Allegri tenta il tutto e per tutto ed effettua un doppio cambio. Fuori Nocerino ed il giovane Cristante e dentro Montolivo e Pazzini. Con l’ingresso di Pazzini Balotelli ha la possibilità di muoversi con più libertà e diventa automaticamente il più pericoloso dei rossoneri. Al 65′ il momento che il Sol Levante aspettava entra al posto di Robinho la stella giapponese Keisuke Honda. Quest’ultimo subito pericoloso e da subito vivacità alla manovra rossonera. Il nipponico dimostra anche di avere fisico e voglia di fare. Honda nei pochi minuti giocati colpisce anche un clamoroso palo. Honda dimostra di saper calciare. Al minuto 86 il Milan trova il gol del 4 a 3 e due minuti più tardi Pazzini colpisce una clamorosa traversa a portiere battuto.

Concludendo questo Milan è un ammalato cronico ormai e gli entusiasmi della vittoria contro l’Atalanta sono già svaniti. Per uscire dalla malattia i rossoneri dovrebbero innescare una serie di 6 o 7 vittorie consecutive. Ad oggi il Milan completa il girone di andata da media retrocessione.

TABELLINO

Sassuolo-Milan 4-3

FORMAZIONI

SASSUOLOPegolo; Antei, Ariaudo, Magnanelli; Gazzola, Kurtic (88′ Marzoratti), Chibsah, Longhi; Berardi (78′ Schelotto), Zaza (8a’ Floro Flores), Ziegler. A disposizione: Pomini, Rosati, Pucino, Marzorati, Rossini, Missiroli, Valeri, Marrone, Schelotto, Farias, Floro Flores, Gliozzi. All. Di Francesco.

MILAN: Abbiati; De Sciglio, Zapata, Bonera, Emanuelson; Cristante (55′ Pazzini), De Jong, Nocerino (55′ Montolivo); Kakà, Robinho (65′ Honda), Balotelli. A disposizione: Gabriel, Coppola, Zaccardo, Silvestre, Mexes, Rami, Montolivo, Saponara, Poli, Honda, Matri, Pazzini. All. Allegri

Ammoniti: 29′ Bonera, 36′ Balotelli, 37′ Antei, 43′ Ziegler, 64′ Gazzola, 78′ Pegolo, 89′ De Sciglio

Marcatori: 9′ Robinho, 13′ Balotelli, 15′ Berardi, 28′ Berardi, 41′ Berardi, 47′ Berardi, 86′ Montolivo

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

395 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti