Le pagelle di Milan-Fiorentina 0-1: Chiesa gela San Siro

ACM_Andrea_Conti

E’ un Milan che ai punti avrebbe addirittura meritato la vittoria, ma un arbitraggio approssimativo – mancano diverse ammonizioni ai danni dei viola – ed uno strepitoso Lafont, hanno permesso alla squadra di Pioli di lasciare San Siro con i tre punti.

Donnarumma 5: Oggi è uno spettatore non pagante, Simeone e compagni non lo impegnano mai, l’unico vero tiro in porta che arriva subisce il gol.

Abate 5: Partita onesta e precisa. Un paio di diagonali sono da applausi. In attacco non lo si vede mai, peccato che sul gol subito lui si perde Chiesa….

Conti 10: E’ evidente che il “10” è un premio per la fine di un calvario infinito.

Zapata 6: Al fianco di Romagnoli gioca con sicurezza. È veloce e preciso negli interventi.

Romagnoli 6.5: Da sicurezza all’intero reparto e la sua presenza la si sente. Ne giova l’intera formazione.

Ricardo Rodriguez 6.5: Oggi è prezioso sia in fase offensiva che in quella difensiva. Nel primo tempo una conclusione dalla distanza che strappa applausi all’esigente pubblico di San Siro. Nel secondo tempo bellissimo colpo di testa che trova, ancora una volta, uno strepitoso Lafont.

Calabria 6: Oggi schierato in un ruolo inedito, lui si adatta e diventa anche molto prezioso in fase di interdizione. Peccato che i piedi sono grezzi e quindi non riesce a dare sostanza all’attacco.

Mauri 7: Piace parecchio. Cuore, grinta e sostanza! Nella rosa del Milan lui ci può stare tranquillamente. Prezioso!

Cutrone 5: Entra lui e dopo pochi minuti il Milan prende il gol. È evidente che il ragazzo non ha colpe, ma in ogni caso, come per i Higuain, non viene mai servito!

Calhanoglu 5.5: E’ più pimpante del solito, ma è impreciso in ogni movimento, tocco o passaggio che sia. Nel primo tempo ha sui piedi il potenziale gol dell’uno a zero, ma spreca miseramente. Ha anche un’altra grande occasione, sempre nella prima parte, ma trova sulla sua strada uno strepitoso Lafont. Da lui ci si aspetta la giocata ed invece…

Suso 5: Ha sui piedi la possibilità di servire sia Higuain che Castillejo, invece sceglie la soluzione egoistica sparando su Lafont. Sbaglia tanti movimenti e non è mai altruista, sempre alla ricerca della giocata solitaria.

Higuain 5: Non ha colpe e lo ripetiamo, Gonzalo non ha colpe! Mai servito, è costretto ad arretrare dietro la metà campo per toccarlo oppure ad allargarsi sulla fascia. L’undici schierato dal buon Gattuso non lo mette mai in condizione di far male!

Castillejo 5: Oggi maluccio, mai pericoloso e soprattutto non ha mai saltato l’uomo.

Laxalt 5: E’ entrato?! Non crea superiorità numerica, non difende e non crea nemmeno confusione.

Allenatore Gennaro Gattuso 5: Sbaglia a far uscire Mauri, anche se era martoriato dai crampi. In ogni caso se sia Gonzalo Higuain che Patrick Cutrone non vengono mai messi in condizione di segnare, la colpa è anche sua. Oggi è sorta una domanda banale: “Ma l’ha ordinato il dottore che il gioco debba passare sempre da Suso?!”

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

10,298 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti