Milan: Kalinic un acquisto che non emoziona, ma…

ACM_Kalinic

Il Milan quest’anno ha compiuto una piccola impresa, una campagna acquisti senza eguali, che ha emozionato ed accompagnato un’estate che rischierà di passare, in ogni caso, nella storia recente di ogni tifoso rossonero, ma una cosa è certa, l’acquisto di Nikola Kalinic non ha scaldato completamente i cuori rossoneri.

Non si discute il valore del sesto giocatore croato della storia rossonera, è utile alle manovre offensive, al contrario del suo predecessore Carlos Bacca, è sempre pronto al sacrificio, ha buona tecnica ed è anche ottimo nei colpi di testa, ma c’è un ma…non rappresenta il sogno di ogni rossonero che erano divisi fra Aubameyang e Belotti, ed invece è arrivato lui, che per i supporter del Milan rappresenta e rappresentava una semplice alternativa.

Alcuni lo hanno paragonato a John Dahl Tommasson, giocatore che ha fatto le fortune di Carletto Ancelotti partendo dalla panchina, ma Nikola oggi dovrebbe rappresentare il punto fermo dell’attacco, è vero, il croato permetterà a André Silva e Patrik Cutrone di crescere con più calma e sicuramente, sarà il tipico giocatore che non avrà difficoltà a sedersi in panchina al contrario dell’eventuale crack di mercato.

Molto probabilmente, il giocatore croato, non ha scaldato gli animi perché arrivato dopo gli acquisti rumorosi che portano il nome di Lucas Biglia e soprattutto quello Leonardo Bonucci e di conseguenza, ragionando con il cuore e non con il cervello, ci si aspettava di più, ma in ogni caso ben venuto Nikola, ora smentisci tutti gli scettici – me compreso – a suon di gol che la Milanorossonera oggi è tua!

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ACMILAN.COM

6,888 Visite totali, 1 visite odierne

Commenti

commenti